CANICROSS

Allenamenti

La mia attrezzatura

Il canicross di M. Gabossi

 

 

 

 

 

 

stardogs

CHE COS'E' IL CANICROSS di Marco Gabossi

Canicross e' il termine internazionale con cui viene indicata la disciplina cinofila in cui cane e conduttore corrono su un percorso sterrato, uniti tramite cintura, linea ammortizzata ed imbrago o pettorina.
Facciamo subito una precisazione: andare a fare jogging accompagnati dal proprio cane non significa fare Canicross.
Il Canicross e'una disciplina che va insegnata al proprio cane, in modo che cane e conduttore vadano a formare un binomio sempre piu' affiatato, in cui il cane ci aiuta tirandoci.
Per fare Canicross serve una specifica attrezzatura, ovvero: una apposita cintura, una linea ammortizzata e un pettorina specifica.
Per fare Canicross serve un allenamento specifico, che insegni al cane a mantenere l'andatura costante per tutta la durata del percorso.
Per fare Canicross serve tanto allenamento da parte nostra perche', dopotutto, siamo noi l'anello debole del binomio: il nostro cane potenzialmente puo' correre molto piu' di noi!
Ma andiamo per gradi, partendo da un breve cenno storico che ci aiutera' a capire meglio questo fantastico sport.
Il Canicross nasce dalla necessita' di allenare i cani da slitta anche nel periodo estivo ed ha quindi ereditato molti aspetti dallo sleddog (le gare con i cani da slitta): attrezzatura, nomenclatura, razze di cani utilizzati. Tuttavia ha poi avuto uno sviluppo maggiore come sport a se' e quindi oggi troviamo attrezzature, gare e federazioni specifiche per il Canicross. Anche le razze utilizzate non sono piu' solo quelle da slitta, ma la disciplina aperta a cani di qualsiasi razza, con o senza pedigree.

L'attrezzatura
Abbiamo detto che per fare Canicross serve un'attrezzatura specifica, studiata per prevenire infortuni a noi e al cane.
Cintura: si indossa legata alla vita e ad essa va agganciata la linea. E' provvista di una parte imbottita per evitare che la schiena venga troppo sollecitata nel caso di brusche accelerazioni del cane.
Linea: E'una corda o un nastro con una parte elastica che collega la cintura all'imbragatura. La parte elastica serve per evitare che brusche variazioni di velocita' creino traumi alla schiena del nostro cane. Per partecipare alle competizioni la linea non deve superare i 2 mt di lunghezza quando e' in tensione massima e deve essere dotata di 2 moschettoni, di cui almeno uno a sgancio rapido.
Pettorina: puo' essere di diverse tipologie, ma la sua funzione deve essere quella di distribuire il carico quando il cane tira. Per questo si prediligono le imbragature da sleddog, oppure delle speciali pettorine simili a quelle ad H.
Io sconsiglio le pettorine di tipo svedese perche' la fascia anteriore non permette al cane di respirare bene e le pettorine ad H classiche perche' spesso non hanno imbottiture e potrebbero dare fastidio al cane.
Booties: sono le scarpette per i cani e servono per proteggere le zampe dei soggetti che hanno i polpastrelli molto delicati. Il loro utilizzo non e' obbligatorio a meno che il cane non presenti gia' un'escoriazione o un piccolo taglio, ma e' molto consigliato per chi ha la possibilita' di allenarsi solo su percorsi asfaltati.

Come iniziare
Una delle domande piu' frequenti a cui mi trovo a rispondere e': Ma come, ho pagato fior fior di quattrini dai migliori educatori cinofili, per insegnare al mio cane a non tirare al guinzaglio, e ora mi venite a dire che devo fargli dimenticare tutto?
La risposta ovviamente e' NO! Semplicemente bisogna insegnare al cane una cosa nuova e molto divertente.
La cosa fondamentale, infatti, e' che il cane capisca che non sta andando a fare la solita passeggiata, ma che sta svolgendo un'attivita' diversa che richiede il rispetto di certe regole.
Sara' percio' importantissimo creare una routine che faccia capire al cane l'attivita' che stiamo andando a svolgere.
Durante la corsa il cane non potra' fermarsi liberamente a fare i bisogni, ma dovra' farli solamente durante le soste: inoltre dovra' imparare a correre davanti a noi tenendo un'andatura costante e senza deviazioni.
Quindi dovremo iniziare con brevi tratti e aumentare la distanza gradualmente, lodandolo con la voce ogni volta che esegue l'esercizio nel modo corretto.
Quando il cane sbaglia, invece, lo dovremo correggere con un segnale vocale che gli faccia capire l'errore.
Essendo il cane due metri davanti a noi e' importantissimo il rapporto di fiducia reciproca che riusciamo a creare e soprattutto per la sua e nostra sicurezza la comprensione di pochi e chiari comandi.
Ci sono molti metodi per iniziare a fare Canicross e molte scuole di pensiero su come insegnare al cane i comandi di base: l'unico consiglio che mi sento di dare e'quello di vivere questa esperienza come un vero e proprio gioco insieme al nostro migliore amico e quindi scegliere il metodo che lo gratifica maggiormente.
Si possono insegnare i comandi durante le passeggiate al guinzaglio, oppure durante i trekking, oppure in un campo di addestramento: l'importante e' che il tutto venga percepito come un gioco.

La sicurezza
Voglio chiudere questo articolo con qualche cenno sulla sicurezza, perche' e' importante che qualsiasi sport venga praticato con un occhio al nostro benessere, ma anche di chi ci sta intorno.

Il mio primo consiglio e'; MAI PORTARE IL CANE A CORRERE CON IL COLLARE!
Questo e' l'errore piu' comune che vedo fare, ma anche quello potenzialmente piu' dannoso per il nostro cane; infatti in caso di un brusco scatto in avanti del cane o, ancora peggio, se incontriamo un ostacolo lungo la strada, come ad esempio un palo o un cartello stradale, potremmo causare seri danni al nostro migliore amico.
Oltre a cio', il collare non permette al cane di distendere il collo in avanti mentre corre e questo alla lunga potrebbe creargli dei problemi.

Secondo: e' vivamente sconsigliato correre tenendo il guinzaglio in mano!
Il guinzaglio tenuto con la mano, per prima cosa, sposta il baricentro del nostro corpo, per cui se il nostro cane dovesse accelerare bruscamente o svoltare di colpo, sarebbe molto piu' facile per noi trovarci con la faccia sul terreno; inoltre correre tenendo qualcosa in mano, e quindi non potendo far oscillare un braccio, e' molto dannoso per la nostra schiena e le articolazioni. Indossando la cintura avremo la liberta' delle mani e la possibilita' di correre con il corpo simmetrico.

Terzo:ricordiamoci che non stiamo correndo da soli! Soprattutto se corriamo al parco o in zone frequentate da altri runner, teniamo sempre a mente che insieme al nostro cane formiamo un trenino lungo quasi 3 metri, di cui noi siamo l'ultimo vagone.

Dobbiamo percio' avere sempre lo sguardo un po' piu' avanti, cercando di prevedere le situazioni di potenziale pericolo a cui potremmo andare incontro.
L'ultimo consiglio che mi sento di dare e' questo: la parola Canicross e' formata da cani e da cross, privilegiate percio' percorsi sterrati e con poca gente, ne guadagnerete in salute e divertimento!
Se invece vivete in citta' e non avete la fortuna di avere la campagna ad un passo, un parco o una pista ciclabile andranno piu' che bene per faticare e divertirvi insieme al vostro migliore amico.

Canicross Dog, Run, Fun!!

Marco
#activitydog #neewa #dogspecialist #sanypet-forza10

Se avete bisogno di informazioni o consigli per iniziare questi sono i contatti a cui rivolgervi: Marco Gabossi dogtrainer@neewa.it

Copyright © 2008-2016 STARDOGS.IT - Web master Stardogs. Tutti i diritti riservati. E' vietata la riproduzione di testi e immagini senza l'autorizzazione del Web master.